Romanzi a teatro / Cittadino e spettatore

Il viaggio della parola: dal corpo del romanziere alla carta e dalla carta al corpo dell’attore. Un libro è un risultato, un magma che si è solidificato, ma nel teatro va in cerca di qualcos’altro, così come gli occhi che smettono di leggere e iniziano a vedere. 

A cura di Rita Agostini

Romanzi a teatro è uno dei Percorsi di visione di Casa dello spettatore all’interno del progetto “Cittadino e spettatore – Per una formazione del pubblico teatrale a Roma”, sostenuto dal MIBACT.

Sono previsti incontri gratuiti preliminari e/o successivi alla visione di ciascuno spettacolo, con materiali appositamente predisposti dai curatori del percorso.


Informazioni e iscrizioni: info@casadellospettatore.it


SORELLE MATERASSI
Martedì 28 novembre ore 21:00 / Teatro Quirino

Il capolavoro di Aldo Palazzeschi che, in questa versione teatrale, si presenta al pubblico come una delle più belle “novità italiane” degli ultimi anni. La vicenda è quella di tre sorelle, Teresa e Carolina, abili ricamatrici di biancheria per l’aristocrazia fiorentina e Giselda, ripudiata dal marito. Ad invecchiare con loro, la fedele domestica Niobe, dal popolaresco ottimismo.

Gitiesse Artisti Riuniti, in collaborazione con Festival Teatrale di Borgio Verezzi, con Lucia Poli, Milena Vukotic e Marilù Prati, libero adattamento di Ugo Chiti dal romanzo di Aldo Palazzeschi, regia Geppy Gleijeses, con Gabriele Anagni, Sandra Garuglieri, Gian Luca Mandarini, Roberta Lucca, scene Roberto Crea, costumi Ilaria Salgarella , Clara Gonzalez, Liz Ccahua coordinate da Andrea Viotti (Accademia Costume&Moda, Roma – 1964), luci Gigi Ascione, musiche Mario Incudine

RAGAZZI DI VITA
Giovedì 21 dicembre ore 21:00 / Teatro Argentina

«Mettere in scena Ragazzi di vita presuppone incoscienza e dall’incoscienza si può trarre qualcosa di promettente. Non è una trasposizione del romanzo in fiction. La letteratura conferisce libertà e grazie alla libertà questo materiale diventa teatrale». Massimo Popolizio

Di Pier Paolo Pasolini, drammaturgia Emanuele Trevi, regia Massimo Popolizio, con Lino Guanciale e Sonia Barbadoro, Giampiero Cicciò, Roberta Crivelli, Flavio Francucci, Francesco Giordano, Lorenzo Grilli, Michele Lisi, Pietro Masotti, Paolo Minnielli, Alberto Onofrietti, Lorenzo Parrotto, Cristina Pelliccia, Silvia Pernarella, Elena Polic Greco, Francesco Santagada, Stefano Scialanga, Josafat Vagni, Andrea Volpetti, scene Marco Rossi, costumi Gianluca Sbicca, luci Luigi Biondi, canto Francesca Della Monica, video Luca Brinchi e Daniele Spanò, assistente alla regia Giacomo Bisordi

 

Annunci