Incontro alla danza – Ballet de l’Opéra de Lyon

Percorsi di visione 2018

Il 25 febbraio con “Incontro alla danza” andremo incontro alla visione di “Ballet de l’Opéra de Lyon (Sarabande, Critical Mass,  Steptext)” all’Auditorium Parco della Musica.

Un percorso che nasce dalla volontà di incontrare in modo consapevole la danza; un’esplorazione condivisa di un’arte antica, ma continuamente rielaborata e ripensata. Didattica della visione a cura di Sara Ferrari.


N.B. Ogni appuntamento dei percorsi di visione prevede incontri di formazione preliminari e/o successivi allo spettacolo, condotti da un mediatore dell’associazione. Ogni partecipante riceverà il documento di ricerca appositamente predisposto per l’occasione e un biglietto ridotto per lo spettacolo.

Il programma dei percorsi di visione potrebbe subire delle variazioni.
Per adesioni e maggiori informazioni: info@casadellospettatore.it


CALENDARIO
25 febbraio incontro preliminare e visione dello spettacolo (Auditorium Parco della Musica)
1 marzo incontro successivo alla visione (luogo da definire)

25 febbraio 2018 ore 18.00
Auditorium Parco della Musica
Ballet de l’Opéra de Lyon
(Critical Mass, Sarabande, Steptext)

Sarabande – coreografia di Benjamin Millepied,
con Simon Galvani, Edi Blloshmi, Tyler Galster, Adrien Delépine, Marco Merenda, Paul Vezin, Raúl Serrano Núñez, Albert Nikolli,

Critical Mass – coreografia di Russell Maliphant,
con Albert Nikolli, Edi Blloshmi , Leoannis Pupo-Guillen, Tyler Galster

Steptext – coreografia di William Forsythe,
con Kristina Bentz, Sam Colbey, Marco Merenda, Raúl Serrano Núñez

Il Ballet de l’Opéra de Lyon metterà in scena uno spettacolo con le coreografie di Russell Maliphant, Benjamin Millepied, William Forsythe. Sulla scena contemporanea, questi tre coreografi di diverse generazioni utilizzano e stravolgono brillantemente il vocabolario classico. Sul loro repertorio, da molto tempo il Ballet de l’Opéra de Lyon fa risplendere la sua versatilità e i suoi ballerini. Critical Mass di Russell Maliphant, è del 1998. Uscendo dalla penombra, due danzatori si abbandonano in un combattimento che è allo stesso tempo feroce e armonioso, teso e rilassato. Avanzando lentamente si susseguono scontri, disequilibri mantenuti, acrobazie flessibili e relazioni incastrate. Sarabande di Benjamin Millepied. Creata nel 2009, questa coreografia si apre su una variazione solistica, e alterna sequenze a due, a tre e a quattro. La danza, serena e leggera, sembra inventarsi man mano che si scrive. Esatta sulle note, fluida e flessibile. Steptext, creato nel 1985, è uno dei primi balletti di William Forsythe. La ripresa di questa opera folgorante, che decostruisce i codici dell’esecuzione, è sempre esaltante. In contrappunto alla Ciaconna in re minore di Bach, la partizione coreografica è tesa all’estremo. Quattro interpreti – una donna vestita di rosso e i suoi tre partner maschili – intrecciano saggiamente passi a due esplosivi.

 


I Percorsi di visione di Casa dello Spettatore.

Annunci