Solo di domenica – Percorsi di visione

a cura di Ivana Conte e Paolo Gaspari

Dissacrante, amara, tenera e beffarda: Roma si trasforma e, insieme, conserva tradizioni popolari e colte, sotto il segno del teatro. Quattro sale nel centro storico per un viaggio nel tempo e per scoprire i segreti della Città. Di domenica.

– Segreti e cipolle in un condominio a Piazza Vittorio
– Carta straccia. Storia romantica con musica nella Roma del 1968
– Er naso de Gogolle
– La commedia di Gaetanaccio

 


Ogni appuntamento dei percorsi di visione prevede incontri di didattica della visione preliminari e/o successivi allo spettacolo, condotti da un mediatore dell’associazione. Ogni partecipante riceverà il documento di ricerca appositamente predisposto per l’occasione.

Per adesioni e maggiori informazioni: 
info@casadellospettatore.it


Segreti e cipolle in un condominio a Piazza Vittorio

Teatro de’ Servi – Via del Mortaro, 22
domenica 28 ottobre ore 17:30

Roma, piazza Vittorio, un condominio multirazziale con le difficoltà di integrazione, una costante puzza di cipolla che sale dal cortile e obbliga a tenere le finestre chiuse.  Storie di ordinaria quotidianità popolate da personaggi come tanti con i loro piccoli e grandi segreti inconfessabili.  Un attore mancato che per sbarcare il lunario porta a spasso i cani, un parrucchiere innamorato che ha paura dell’amore; la prostituta greca che dà lezioni di morale a tutti; quello che si sente arrivato perché ha fatto i soldi, ma con quei soldi non può comprare tutto; un ragazzotto cinese più romano di tutti. Poi ci sono loro, non più giovanissimi, stanchi e provati dalla vita, una coppia forse destinata a finire, che una sera come tante farà la sua resa dei conti e, quella stessa sera, l’insopportabile odore di cipolla diventerà un caldo e rassicurante profumo che cambierà le cose.
Si ride, si sorride e ci si commuove.

Di:Monica Lugini e Paolo Pioppini
Regia: Monica Lugini
Con: Roberto Bonaccorsi, Stefania Cofano, Alessandro Demontis, Sandro Lavecchia, Monica Lugini, Paolo Pioppini, Michael Zang

Off/Off Theatre – Via Giulia, 20
domenica 9 dicembre ore 17:30

Carta straccia. Storia romantica con musica nella Roma del 1968

È da poco iniziato il 1968. Roma è in fermento. C’è il cinema, la moda, la musica; ci sono gli studenti che protestano, le donne che chiedono il cambiamento. Patty Pravo è la regina del Piper.

Uno spettacolo di Mario Gelardi
Con: Pino Strabioli e Sabrina Knaflitz

Er naso de Gogolle

Teatro della Cometa – Via del Teatro Marcello, 4
domenica 20 gennaio ore 17:00

Nicolaj Gogol fu amante e conoscitore di Roma, dove abitò nel 1836.
Conobbe il Belli e scrisse buona parte del suo “Le anime Morte”.
L’ambientazione romana e in un romanesco colto ben si presta a raccontare le ansie dell’abate Corvallone, alter ego del Kovalèv gogoliano, che si agita alla ricerca del suo naso fuggito all’improvviso per girare libero in città.
Le musiche eseguite dal vivo accompagnano narrativamente e musicalmente le gesta dell’abate. La curia vaticana sostituisce infine l’analoga burocrazia zarista, in un mondo in cui la forma e il buon nome in società sono l’essenza stessa dell’uomo.

Testo e regia: Pierpaolo Palladino
Da Nicolaj Gogol
Musiche: Pino Cangialosi
eseguite in scena da Flavio Cangialosi, tastiere, chitarra e percussioni e Livia Cangialosi, voce e fiati
Aiuto regia, scena, disegno luci: Alessia Sambrini

La commedia di Gaetanaccio

Teatro Eliseo – Via Nazionale, 183
domenica 24 febbraio ore 17.00

La commedia di Gaetanaccio è un capolavoro di Luigi Magni che torna in scena dopo quarant’anni esatti dal suo debutto. Gaetanaccio, burattinaio, patisce la fame perché il potere vieta ogni tipo di rappresentazione teatrale. Nella prima battuta il prologo recita: “Vengono soppresse tutte quelle attività culturali le quali che, quando va bene, non servono a <i>gnente.</i>” Ed ecco, come spesso accade con Luigi Magni, che i temi affrontati si mostrano in tutta la loro sconvolgente attualità. Una commedia musicale che con ironia e leggerezza racconta le vicende di Gaetanaccio e della comunità di teatranti che, costretti a inventarsi la vita per sperare di sopravvivere, si trovano davanti al bivio del compromesso. L’amore, rappresentato da Nina, anche lei attrice, è l’ideale amoroso puro e irraggiungibile che si mostra nella sua poetica fragilità capace di essere forte e concreta quando la vita lo richiede. La presenza di Giorgio Tirabassi e Carlotta Proietti nei ruoli protagonisti vuole rappresentare una continuità con l’allestimento storico dello spettacolo, allora diretto e interpretato da Gigi Proietti. Accanto a loro un cast di giovani attori che, con entusiasmo e professionalità, arricchiranno lo spettacolo di dirompente energia. Poesia e ironia le parole chiave capaci di raccontare questo nuovo allestimento che vuole riportare La commedia di Gaetanaccio ai primi posti dei classici della tradizione popolare, dove merita di essere.

Di: Luigi Magni
Con: Giorgio Tirabassi, Carlotta Proietti
Regia: Giancarlo Fares


I Percorsi di visione per la stagione 2018/2019 sono parte del progetto “Casa dello Spettatore. Per una formazione del pubblico.” realizzato con il sostegno del MiBAC


 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.