Tre volte almeno


ATTIVITÀ: PERCORSI DI VISIONE
EDIZIONI: 2012/2013 – 2013/2014
COMMITTENTE: ISTITUTI SCOLASTICI
DESTINATARI: STUDENTI E DOCENTI DELLE SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO
TERRITORIO: COMUNE DI ROMA


Andare a teatro almeno tre volte nell’arco dell’anno scolastico, in gruppo e con la guida di un mediatore specializzato, vuole essere un primo passo per ristabilire un rapporto fecondo con l’arte scenica e creare una comunità a partire dalla fondamentale esperienza di vedere insieme qualcosa che riguarda intimamente.  Il progetto prevede la visione di almeno tre spettacoli a scelta tra gli 8 percorsi proposti e con la possibilità di definirne degli altri ad hoc. Ogni percorso prevede tre momenti-chiave:

  • un incontro preliminare alla visione
  • l’accoglienza a teatro e la visione dello spettacolo
  • un incontro successivo alla visione

EDIZIONE 2012/2013

AMORE – PASSIONE A TEATRO

Con l’adolescenza si scopre la passione, ci si innamora, si sperimentano tradimenti, fughe romantiche, amori osteggiati. Sempre con l’impressione di vivere storie travolgenti e definitive. Storie da romanzo. O meglio da teatro: perché crescono e svaniscono secondo rituali di corteggiamento, coreografie che variano a seconda dei tempi, danze che, col passare degli anni, diventano più frenetiche, meno codificate, ovvero meno classiche, decisamente contemporanee. Danze e drammi mai solitari: i compagni di classe, gli amici, ecco le comunità a cui mostrarsi in ogni momento. I professori e i genitori: le comunità da cui ripararsi. E ovviamente Facebook, la piazza virtuale, il palcoscenico prediletto. Ma allora perché non portare i nostri ragazzi in teatro? Perché non mostrare loro che, quelle stesse passioni, quello stesso desiderio e paura di vivere un amore spettacolare fanno grandi alcuni testi teatrali? E soprattutto dimostrare che esiste un teatro che può parlare di loro, partendo da Pirandello, passando per Natalia Ginzburg fino ad arrivare a Martin Crimp, uno tra i maggiori drammaturghi contemporanei.

  1. ITSI BITSI DI IBEN NAGEL RASMUSSEN, REGIA DI EUGENIO BARBA
    9-10 NOVEMBRE – TEATRO EUTHECA
  2. TROVARSI DI LUIGI PIRANDELLO, REGIA DI ENZO VETRANO E STEFANO RANDISI
    6-25 NOVEMBRE – TEATRO ELISEO
  3. THE COUNTRY DI MARTIN CRIMP REGIA DI ROBERTO ANDÒ
    27 NOVEMBRE – 16 DICEMBRE – TEATRO ELISEO
  4. È STATO COSÌ DI NATALIA GINZBURG REGIA DI VALERIO BINASCO
    22 GENNAIO-3 FEBBRAIO – TEATRO PICCOLO ELISEO

FILOSOFIA – IL TRUCCO E L’ANIMA

Dice Aristotele: “Gli uomini hanno cominciato a filosofare, ora come in origine, a causa della meraviglia” [1]. La sete di conoscenza, dunque, ha alla base il sentimento di stupore che nasce dall’osservazione di qualcosa di bello, stupore che ci spinge a voler sapere di più, ad amare il sapere. E lo stupore è il cuore del teatro: quella scenica è in fondo proprio la scienza della meraviglia, un’arte che mira ad attrarre, affascinare, per instillare il dubbio, il desiderio di capire. In questo percorso, il legame indissolubile tra teatro e filosofia diviene ancora più visibile grazie a tre spettacoli che si occupano direttamente di temi filosofici.

  1. DE ANIMA DAL DE ANIMA DI ARISTOTELE, COMPAGNIA VIRGILIO SIENI
    17-18 OTTOBRE 2012 – TEATRO VASCELLO
  2. ANIMA DAGLI SCRITTI DI LEONARDO DA VINCI, REGIA DI LUCIANO ROMAN
    13-25 NOVEMBRE 2012 – TEATRO BELLI
  3. LA LEGGENDA DEL GRANDE INQUISITORE DA I FRATELLI KARAMAZOV DI DOSTOEVSKIJ,  REGIA PIETRO BABINI
    4-16 DICEMBRE 2012 – TEATRO ELISEO
  4. LA TRAPPOLA DA LA TRAPPOLA DI PIRANDELLO, DI GABRIELE LAVIA
    9-24 MARZO 2013 – TEATRO ARGENTINA

LA GRANDE LETTERATURA ITALIANA – DALLA PAGINA ALLA SCENA

La ricerca teatrale contemporanea ha spesso rifiutato la parola letteraria, sostituendola con pratiche di scrittura scenica o rinunciandovi tout-court. Ma resta innegabile il nesso fecondo tra letteratura e teatro, in grado l’una di dare maggior spessore all’altro. In questo percorso le pagine dei libri e le azioni del palcoscenico tornano a incontrarsi in modo imprevedibile: parole nate per essere poesia o prosa dimostrano un’incredibile attualità e forza comunicativa grazie alle interpretazioni, spesso persino irriverenti, degli artisti della scena, e a loro volta spingono gli artisti a ripensare il modo di fare teatro. Per riscoprire la bellezza di Pascoli, Dante, Svevo e Pirandello.

  1. LA DIVINA COMMEDIA DI DANTE ALIGHIERI, REGIA EIMUNTAS NEKROSIUS
    9-11 NOVEMBRE – TEATRO ARGENTINA
  2. AQUILONI LIBERAMENTE TRATTO DA GIOVANNI PASCOLI, DI E CON PAOLO POLI,
    15 GENNAIO – 17 FEBBRAIO – TEATRO ELISEO
  3. LA COSCIENZA DI ZENO DA ITALO SVEVO, REGIA DI MAURIZIO SCAPARRO
    2-14 APRILE – TEATRO QUIRINO
  4. IL FU MATTIA PASCAL DA LUIGI PIRANDELLO, ADATTAMENTO E REGIA DI TATO RUSSO
    2-12 MAGGIO – TEATRO QUIRINO

INCONTRO CON PIRANDELLO – COMMEDIE PER UN ANNO

Novelliere, romanziere e drammaturgo: sono queste le tre anime di Pirandello, le tre maschere con cui ha agito sulla scena culturale italiana, sempre con l’ossessione di non potersi né volersi identificare in un io stabile, l’angoscia di sapere che la vita o la si vive o la si scrive. Oggi più che mai, il teatro sembra il centro nodale in cui convergono le sue produzioni letterarie. Prova ne sia il gran numero di testi pirandelliani che ogni anno vengono realizzati e le molte riduzioni teatrali che Pirandello stesso fece delle proprie novelle. E solo per il teatro Pirandello abbandonò la sua proverbiale ritrosia a immischiarsi col mondo per fondare la compagnia del Teatro d’Arte. Proprio al teatro, infine, dedicò il suo ultimo pensiero e per la precisione all’ultimo atto dell’incompiuto I giganti della montagna

  1. TROVARSI ADATTAMENTO E REGIA DI ENZO VETRANO
    6-25 NOVEMBRE – TEATRO ELISEO
  2. TUTTO PER BENE ADATTAMENTO E REGIA DI GABRIELE LAVIA
    16-27 GENNAIO – TEATRO ARGENTINA
  3. LA TRAPPOLA REGIA DI GABRIELE LAVIA
    9-24 MARZO – TEATRO ARGENTINA
  4. IL FU MATTIA PASCAL ADATTAMENTO E REGIA DI TATO RUSSO
    2-12 MAGGIO – TEATRO QUIRINO

TEATRO CIVILE – IL TEATRO E LA CITTÀ

Il teatro nasce come luogo di riflessione, e dunque con una vocazione all’impegno civile. Una vocazione che, pur non essendo più centrale o comunque dominante, non si è mai esaurita: il teatro è ancora il luogo principe della riflessione sociale. In questo percorso si può trovare uno spaccato del miglior teatro civile della scena contemporanea.

  1. SENZA CONFINI, EBREI E ZINGARI DI E CON MONI OVADIA
    20 NOVEMBRE – 2 DICEMBRE – TEATRO VITTORIA
  2. L’ARMADIO DI FAMIGLIA SCRITTO E DIRETTO DA NICOLA ZAVAGLI
    8-27 GENNAIO – TEATRO LA COMETA
  3. ACIDO FENICO. BALLATA PER MIMMO CARUNCHIO, CAMORRISTA REGIA DI SALVATORE TRAMACERE
    16-17 MARZO – TEATRO PALLADIUM
  4. LA RESISTIBILE ASCESA DI ARTURO UI REGIA DI CLAUDIO LONGHI
    26-28 MARZO – TEATRO ARGENTINA
  5. DISCORSI ALLA NAZIONE DI E CON A. CELESTINI
    7-19 MAGGIO – TEATRO PALLADIUM

FAMIGLIA – SCENA DI FAMIGLIA

La famiglia, come nucleo primordiale, esistenziale e civile, è modello di riferimento primario della storia del teatro e non solo, sin dall’inizio. Con essa si confronta, nel bene e nel male, l’uomo e in misura maggiore l’adolescente, che vi si relaziona in modo a volte conflittuale. La rosa degli spettacoli proposti affronta il tema da diversi punti di vista lasciandone emergere, in modo spesso ironico, la complessità e la tragicità. Sullo sfondo nordici salotti alto borghesi, balconi napoletani, nascondigli di guerra, lampadari di cucine abituali sino ad arrivare ad antichi scenari mitici, tutti in qualche modo attraversati da intrecci umani riconoscibili.

  1. QUESTI FANTASMI! DI EDUARDO DE FILIPPO, REGIA DI CARLO GIUFFRÉ
    18 DICEMBRE -13 GENNAIO – TEATRO ELISEO
  2. L’ARMADIO DI FAMIGLIA SCRITTO E DIRETTO DA NICOLA ZAVAGLI
    8-27 GENNAIO – TEATRO LA COMETA
  3. SPETTRI DI IBSEN, REGIA DI CRISTINA PEZZOLI
    19 FEBBRAIO – 3 MARZO – TEATRO VITTORIA
  4. STORIA DI UNA FAMIGLIA DI MANUELA CAPECE E DAVIDE DORO,
    23 MARZO – TEATRO VALLE
  5. LA SERATA A COLONO DI ELSA MORANTE 30 GENNAIO
    17 FEBBRAIO – TEATRO ARGENTINA

TRE SOGNI – SHAKESPEARE NOSTRO CONTEMPORANEO

Quello di Shakespeare è un teatro tutto da scoprire, e più che mai capace di attrarre i ragazzi. Specie un testo come Il sogno di una notte di mezza estate, con la sua carica fantastica, la sua inventiva giocosa e i suoi intrecci d’amore che oggi farebbero la fortuna di qualsiasi saga fantasy. Ecco perché proponiamo di affrontare il Bardo vedendo in sequenza tre diverse interpretazioni del Sogno. Obiettivo: impadronirsi dei segreti di questa meravigliosa macchina spettacolare e confrontare i modi e gli stili del teatro contemporaneo.

  1. SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE DI WILLIAM SHAKESPEARE, REGIA DI MAURIZIO PANICI
    6-18 NOVEMBRE – TEATRO ITALIA
  2. SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE DI WILLIAM SHAKESPEARE, REGIA DI GIOELE DIX
    29 NOVEMBRE – 9 DICEMBRE -TEATRO AMBRA JOVINELLI
  3. SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE DI WILLIAM SHAKESPEARE, REGIA DI FABIO GROSSI
    5-24 FEBBRAIO – TEATRO ELISEO

EDIZIONE 2013/2014

ISTITUZIONALI

Grandi nomi della tradizione teatrale nazionale nei teatri più antichi della città per un approccio classico al linguaggio teatrale.

  1. MOLTO RUMORE PER NULLA – 14 GENNAIO 2014 – TEATRO ELISEO
  2. BALLATA DI UOMINI E CANI – 30 GENNAIO 2014 – TEATRO ARGENTINA
  3. IL GIUOCO DELLE PARTI – 4 MARZO 2014 – TEATRO ELISEO
  4. CIRCO EQUESTRE SGUEGLIA – 25 MARZO 2014 – TEATRO ARGENTINA
  5. PORNOGRAFIA – 9 APRILE 2014 – TEATRO ARGENTINA

EMERGENTI

Compagnie emergenti, artisti giunti a teatro passando per altre esperienze, in spazi teatrali moderni.

  1. IL RITORNO A CASA – 21 GENNAIO 2014 – TEATRO PALLADIUM
  2. QUARTETT – 18 FEBBRAIO 2014 – TEATRO PICCOLO ELISEO
  3. GIULIO CESARE – 21 GENNAIO – 2 FEBBRAIO 2014 – TEATRO VASCELLO
  4. QUI E ORA – 28 FEBBRAIO 2014 – TEATRO AMBRA JOVINELLI
  5. LA TEMPESTA – 13 MARZO 2014 – TEATRO VASCELLO
  6. LA SCUOLA – 4 APRILE 2014 – TEATRO AMBRA JOVINELLI
  7. FRIDA KAHLO – 11 APRILE 2014 – TEATRO PICCOLO ELISEO

SPERIMENTALI

Teatri indipendenti, contaminazione con altri linguaggi, in spazi alternativi.

  1. BALKAN BURGER – 17 GENNAIO 2014 – TEATRO ARGOT
  2. LE PRESIDENTESSE – 24 GENNAIO 2014 – TEATRO DELL’OROLOGIO
  3. ALMA – 21 FEBBRAIO 2014 – TEATRO DELL’OROLOGIO
  4. SCENE DA UN MATRIMONIO – 7 MARZO 2014 – TEATRO DELL’OROLOGIO
  5. PORTE CHIUSE – 29 APRILE 2014 – TEATRO ARGOT

scarica il progetto TRE VOLTE ALMENO 2013-2014


scarica l’allegato LE SCHEDE DEGLI SPETTACOLI

Annunci