Incontro alla danza_Fuori Programma

Casa dello Spettatore torna a collaborare con il festival internazionale di danza contemporanea Fuori Programma

Tre appuntamenti come occasione per approfondire l’incontro tra geografie, linguaggi e contenuti nell’esperienza del pubblico, e allenare lo sguardo per trovare insieme accessi possibili, traiettorie, percorsi da esplorare. In dialogo quest’anno Spagna, Italia e Germania Un fuori programma nel tempo disteso dell’estate per percorrere un cammino condiviso dentro gli angoli di un’arte antica, continuamente elaborata e ripensata.

Per informazioni
info@casadellospettatore.it

Calendario

1 luglio
Teatro Biblioteca Quarticciolo
AFTER THE PARTY
Thomas Noone Dance

  • ore 19.00 – 20.30
    Incontro preliminare alla visione
  • ore 21.00 – Spettacolo
    Thomas Noone Dance (Spagna)
    After the party

21 luglio Teatro India
ERECTUS
Compagnia Abbondanza Bertoni

  • ore 19.00 – 20.30
    Incontro preliminare alla visione
  • ore 21.00 – Spettacolo
    Compagnia Abbondanza Bertoni (Italia)
    Erectus

27 luglio Teatro India
US – TWO
Sita Ostheimer Company

  • ore 19.00 – 20.30
    Incontro preliminare alla visione
  • ore 21.00 – Spettacolo
    Us – Two
    Sita Ostheimer Company (Germania)

 

Annunci

specialiREf. due tappe di visione

In collaborazione con Romaeuropa festival

PREMESSA
Vedere uno spettacolo significa fare un’esperienza complessa, che può essere esplorata e arricchita in una pratica creativa ed educativa, attraversando sensi, luoghi e linguaggi. Due spettacoli, due “operazioni” speciali, per l’incontro tra pubblico adolescente e scena contemporanea, polisemica e internazionale, in uno spazio di condivisione, riflessione e produzione di nuove idee.

PROGETTO
La proposta prevede l’organizzazione di una serie di incontri indirizzati variamente al mondo della scuola superiore, ma anche ad un pubblico adulto di studentesse e studenti universitari, insegnanti, spettatrici e spettatori del festival. Questi appuntamenti intendono mettere al centro dell’attenzione la visione dello spettacolo come occasione di incontro con artisti, scritture, linguaggi e paesaggi teatrali, proponendo inoltre agli insegnanti un modello didattico trasferibile. Due spettacoli per due differenti sguardi, accompagnati da una proposta pratica per le classi, connessa alle diverse visioni; perché l’esperienza teatrale possa essere il centro di un discorso capace di propagare pensieri, approfondimenti, nuova produzione di idee, azioni e oggetti culturali.

“Raoul” e “Mario e Saleh”, i due spettacoli scelti, costituiscono dentro questa attività un’opportunità per riflettere sulle identità di persone e luoghi immaginati, ma al tempo stesso forniscono l’occasione per conoscere i due differenti spazi fisici che li accolgono: il Teatro Argentina e i Fori Imperiali da una parte e il Mattatoio e il quartiere Testaccio dall’altra. L’esperienza di visione si compone così all’interno di una geografia urbana varia, fatta di realtà e immaginazione, passato e presente.
Le classi di scuola secondaria superiore coinvolte nel progetto riceveranno all’interno della struttura scolastica, prima e dopo lo spettacolo, una mediatrice o un mediatore esperto di Casa dello Spettatore che li accompagnerà dentro l’esperienza.
L’obiettivo è di riportare le arti performative al centro del discorso pedagogico, valorizzando la forza educativa del teatro come oggetto capace di stimolare e attrarre cuore e mente alla riflessione.
Tutti gli incontri saranno corredati da materiale didattico appositamente strutturato, in cui ritrovare spunti, approfondimenti e tracce da percorrere. Continua a leggere “specialiREf. due tappe di visione”

Visioni e Condivisioni

in collaborazione con Federgat e Acec

La collaborazione tra Casa dello Spettatore e I Teatri del Sacro si rinnova all’interno della sesta edizione del festival dal 19 al 23 giugno 2019 ad Ascoli Piceno“Visioni e Condivisioni”  è un laboratorio gratuito per il pubblico, è un modo per costruire una comunità che ha nell’incontro con il teatro e con una città la sua occasione di confronto. Un tempo dedicato a spettatrici e spettatori per condividere attese e rielaborazioni e per approfondire in modo partecipato e cooperativo la riflessione sul rapporto tra i cinque spettacoli inediti selezionati e le Opere di Misericordia quale orizzonte progettuale del festival.

Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito.
Il laboratorio è gratuito.
Scadenza iscrizioni 14 giugno 2019

teatridelsacro@gmail.com

Continua a leggere “Visioni e Condivisioni”

Casa dello Spettatore a Teatro Lab 2.0 Chièdiscena

Casa dello Spettatore presente alla terza edizione del Festival Internazionale Teatro Lab 2.0 Chièdiscena

IL COMUNICATO STAMPA DI CHIUSURA


Dal 2 al 12 maggio, il Teatro Comunale Rossini di Gioia del Colle (BA), accoglierà la III edizione del Festival Internazionale Teatro Lab 2.0 Chièdiscena, l’evento nato dall’incontro tra l’ass.ne culturale Sic!ProgettAzioni Culturali ed Etoile – Centro Teatrale Europeo, si rivolge a scuole superiori (pubbliche e private) ed associazioni culturali italiane e straniere.


Il Festival Teatro Lab 2.0 Chièdiscena si pone l’obiettivo di sensibilizzare i ragazzi ai valori educativi e culturali del teatro, di formare il pubblico giovane ai linguaggi dello spettacolo al fine di creare innanzitutto spettatori consapevoli, di favorire l’incontro tra ragazzi provenienti da diverse realtà nazionali, di stimolare la collaborazione tra istituzioni, agenzie formative e realtà associative operanti in ambito culturale, di valorizzare infine le specificità e l’identità del territorio di riferimento. Nell’ambito di questa importante rassegna, Casa dello Spettatore curerà il progetto denominato Appuntamento ore 12 e Appuntamento ore 17, come indica il titolo, si tratta di due incontri quotidiani, durante tutta la durata della rassegna in cui si svolgerà un lavoro di gruppo per garantire la condivisione e il confronto fra tutti i partecipanti. Continua a leggere “Casa dello Spettatore a Teatro Lab 2.0 Chièdiscena”

Esplorazioni a Maggio all’infanzia. Dal 16 al 19 maggio a Monopoli

progetto in collaborazione con SAT, le Nuvole, Teatri di Bari e Maggio all’Infanzia

L’edizione 2019 del Maggio all’infanzia si avvicina e Casa dello Spettatore cura il corso di formazione per insegnanti mediatori con “Esplorazioni – Gruppo di visione in festival”.  Il corso è riconosciuto attività formativa anche per docenti non di ruolo e presente sulla piattaforma SOFIA del MIUR con il codice ID 18668 – ESPLORAZIONI AL MAGGIO. 


Iscrizioni aperte fino al 26 aprile 2019
scrivere a info@lenuvole.com
indicando i propri recapiti mail e telefonici.


Un percorso guidato dentro al festival e dentro l’esperienza di essere spettatori, un appuntamento quotidiano, un tempo e uno spazio d’approfondimento attorno al teatro, all’infanzia, ai linguaggi nuovi e già sperimentati. Ogni giorno uno spunto per accendere pensieri, idee, riflessioni. Ma anche l’occasione per ravvivare il dialogo tra scuola e teatro e per tessere relazioni tra teatri e festival, contesti privilegiati in cui insegnanti, operatori e artisti possono interrogarsi sull’arte per le nuove generazioni.

Il programma

Continua a leggere “Esplorazioni a Maggio all’infanzia. Dal 16 al 19 maggio a Monopoli”

Casa dello Spettatore in trasferta a Palermo: il racconto dell’esperienza.

 

Ospiti a Palermo nell’ambito del Minimo Teatro Festival per la Tavola rotonda:
“Dialogare con il pubblico – Riflessioni sul teatro che crea comunità”.


Si è conclusa da poco, la IX edizione del Minimo Teatro Festival, rassegna nazionale di corti teatrali che mette in palio un premio in denaro per sostenere i costi di produzione, progetto a cura del Piccolo Teatro Patafisico, in collaborazione con M’Arte, diARiA, Teatro Libero di Palermo e Blitz.

Un’edizione con tanti appuntamenti spalmati in cinque giorni in cui si è anche cercato di fare sintesi con una tavola rotonda per operatori culturali dal titolo: “Dialogare con il pubblico – Riflessioni sul teatro che crea comunità”.
In una location dall’atmosfera sacrale, è proprio il caso di dirlo poiché l’appuntamento si è svolto all’interno della piccola Chiesa  (a Palermo, come si sa, abbondano) nel complesso dello Scibene o Uscibene, sono quasi saliti sul pulpito, ma con molta modestia…. realtà sensibili all’argomento, tra cui, ovviamente, Casa dello Spettatore. Continua a leggere “Casa dello Spettatore in trasferta a Palermo: il racconto dell’esperienza.”

L’esperienza del pubblico tra visione e giudizio – Premio Mauro Rostagno

Progetto nell’ambito della Prima Edizione del Premio ÀP / Mauro Rostagno, rassegna teatrale per i diritti umani organizzata dall’Accademia Popolare dell’Antimafia e dei Diritti, che si svolgerà dal 10 al 13 aprile 2019 a Roma, presso il Teatro di ÀP.


Casa dello Spettatore curerà i lavori della Giuria Popolare: oltre ad un incontro preliminare conoscitivo, lunedì 8 aprile, e uno finale, sabato 13 aprile, per decretare la compagnia vincitrice, si seguiranno insieme i sei spettacoli in calendario (2 al giorno a partire dalle ore 19:00 e poi 20:30 – dal 10 al 12 aprile).

Cosa significa essere un giurato e come si interpreta questo ruolo sono le domande alla base degli incontri previsti per la giuria popolare del festival.  Spettatrici e spettatori appassionati e curiosi vengono chiamati ad entrare in relazione con l’oggetto artistico tra visione e giudizio. Il lavoro di gruppo garantirà la condivisione e il confronto attraverso una discussione accompagnata da stimoli e materiali. Per attivare uno sguardo capace di aprire nuove possibilità di analisi, provando a mettere in equilibrio il gusto personale e la valutazione oggettiva che il compito di chi deve giudicare sollecita.

La Giuria sarà composta da un massimo di 20 persone e la partecipazione è gratuita (allo spazio si accede sottoscrivendo la tessera annuale di € 10,00).
Le richieste di adesione dovranno pervenire entro venerdì 5 aprile all’indirizzo info@casadellospettatore.it con oggetto: Giuria Popolare | Premio Rostagno, indicando nome – cognome – età – n° di telefono.

Programma:

Continua a leggere “L’esperienza del pubblico tra visione e giudizio – Premio Mauro Rostagno”